Archive for the ‘Plugin’ Category

Permetti agli utenti di inviare in maniera veloce gli articoli grazie a TDO Mini Forms

4 dicembre, 2006

TDO Mini Forms è un plugin che vi permetterà di aggiungere dei semplici form all’interno del vostro blog.
Attraverso questi form gli utenti non registrati potranno inviarvi i loro articoli in maniera semplice e veloce senza dover accedere al pannello di controllo.

Una volta inviati, gli articoli saranno salvati automaticamente tra le bozze fino a quando l’amministratore del blog non deciderà il da farsi.

I suddetti form includono finanche un opzione grazie alla quale gli utenti riceveranno sulla loro email la notifica dell’avvenuta pubblicazione.

Plugin: Widgetize Anything

4 dicembre, 2006

Esistono moltissimi plugin per WordPress che devono ancora essere convertiti in widget in modo da poter risultare compatibili con il Widget Plugin sviluppato da Automattic.

Widgetize Anything lavora appunto come se fosse un auto-elaboratore di widget testuali che potranno essere inseriti velocemente nella sidebar del vostro bel blog, con la piccola differenza che grazie a questo plugin potrete inserire al loro interno anche quel codice PHP che non è ancora supportato nei classici widgets.

Plugin Custom Rewrite Rules

6 ottobre, 2006

Quando effettuiamo una modifica alla struttura al nostro blog ci capita spesso di dover impostare alcuni re-indirizzamenti in modo da poter lasciare intatti i contenuti.

Il modo più efficiente di effettuare il re-indirizzamento di solito è quello di apportare delle modifiche manuali al file .htaccess presente sul server Apache su cui è ospitato il nostro blog.
Il file .htaccess permette la configurazione del server Apache e viene utilizzato per impostare o alterare le impostazioni di configurazione del server per la directory in cui tale file è presente e per directory figlie.

WordPress utilizza un file .htaccess in congiunzione con il modulo di Apache mod_rewrite per generare i Permalink.
Il modulo mod_rewrite è il modulo di estensione del web server Apache che consente la “riscrittura” al volo delle URL. Le regole di riscrittura utilizzano delle espressioni regolari per analizzare le richieste di URL da parte di un client, e le traducono in una URL differente prima dell’interpretazione della stessa.

Il plugin Custom Rewrite Rules permette di aggiungere delle regole di riscrittura alternative all interno del file .htaccess del vostro server in modo immediato, senza bisogno di andare a modificare nessun file manualmente, poiché vi permette di farlo attraverso una comoda opzione nel pannello di amministrazione del vostro blog.

Veramente comodo..

Plugin Adsense Beautifier

4 ottobre, 2006

Adsense Beautifier è un plugin che permette di modificare il look degli annunci Adsense presenti nel vosto blog aggiungendo ai lati dei blocchi alcune immagini colorate.
Wordpress World
L’ installazione del plugin è molto semplice, non dovrete fare altro che scaricarlo, caricare la cartella delle immagini nella directory wp-content/plugins/ del vostro blog ed attivarlo.

Fino a pochi giorni fa era necessario modificare il codice Adsense a mano per poter aggiungere le immagini ai vostri annunci, ma con il recentissimo aggiornamento alla versione 1.0.2 lo sviluppatore ci ha semplificato la vita aggiungendo un pannello di controllo che permette di ottenere automaticamente il nuovo codice Adsense che dovremo poi incollare nelle sezioni del blog in cui vogliamo far apparire i simpatici annunci.

Se vi state domandando se la modifica degli annunci Adsense sia legale la risposta è si, in quanto non è una vera e propria modifica poiché gli annunci sono divisi dalle immagini da una linea verticale divisoria, quindi più che una modifica strutturale si tratta di un riposizionamento.
L’ autore del blog ha anche pubblicato una lettera in cui Google risponde al suo dubbio dicendo che il plugin è accettato dalle policy del sistema di annunci Adsense.

Se avete un blog con lo sfondo nero vi consiglio però di cambiar il colore della linea divisoria in modo da non incorrere nelle ire di Google.

Cosa sono gli acronimi e come implementarli nei blog

1 ottobre, 2006

Giorni fa ho letto un bell’ artcolo su Lorelle on WordPress in cui si parlava di acronimi.Per chi non lo sapesse gli acronimi sono parole formate con le lettere o le sillabe iniziali delle parole di una frase o di una definizione (RAI=Radio Audizioni Italiane).

L’ articolo dice che l’ uso degli acronimi e delle abbreviazioni sono tanto usati nel mondo dell’ informatica perché sono altrettanto semplici da implementare in un testo.

Nel linguaggio HTML/XHTML esistono i tags e che svolgono appunto la funzione di inserire nel testo degli acronimi visualizzando al passaggio del mouse sulla parola il significato letterale
I due tag sono del tutto simili tra di loro ma c’è una tendenza diffusa a preferire il tag piuttosto che l’ altro poiché appare leggermente più marcato, ma c’è anche una storia alle spalle che ha penalizzato in questi anni l’ uso del tag.

La storia è che Internet Explorer, il browser di casa Microsoft, non ha mai supportato questo elemento (almeno sino all’uscita di IE7 che è ancora in beta release) a differenza di altri browser come Firefox ed Opera che non hanno dato mai problemi.
La diretta conseguenza di questa pessima caratteristica è stata che molti web master hanno pensato per anni che il tag fosse completamente inutile anche se questo non è vero ed anche se si erano trovate immediatamente delle semplici soluzioni come quella di esempi applicabili.

Per gli utenti WordPress esiste un magnifico plugin chiamato Ubernyms che semplifica di molto le cose in quanto aggiunge al nostro pannello di amministrazione una schermata di configurazione in cui potremo decidere quali tipi di attributi usare ed è già configurato con una buona lista di acronimi molto usati nella rete, eviteremo così di dover inserire manualmente i tag HTML/XHTML ogni volta che dobbiamo scrivere un acronimo .

In rete esistono moltissime risorse relative agli acronimi, dalla bellissima recensione su Wikipedia all’ incoraggiamento all’uso da parte del WAI sino ad arrivare ai convertitori,generatoriliste, dizionari e motori di ricerca specializzati.

Importare gli articoli da un blog WordPress all’altro

29 settembre, 2006

Mi stavo chiedendo da un po di tempo come si potesse fare per importare articoli e commenti da un blog WordPress all’altro senza dover perdere settimane e settimane a copiare il tutto manualmente.Questa caratteristica è già presente nel pannello di amministrazione dei blog ospitati su WordPress.com e dovrebbe essere implementata molto presto anche nelle prossime versioni della piattaforma.

Aaron Brazell ha anticipato le cose effettuando una ricerca nei vari forum sparsi nella rete, trovando i codici che permettono di effettuare la migrazione e unendo il tutto in un comodo plugin che fa tutto il lavoro per noi.

WordPress-to-WordPress Import permette infatti di esportare da un blog WordPress articoli e commenti in formato WXR e di importarli su un altro blog senza sovrascrivere il materiale già presente e sopratutto rispettando la paternità degli articoli (in caso di autori multipli) e dando la possibilità di attribuire diversi autori per ogni articolo.

Installarlo è veramente molto semplice in quanto dovrete solamente caricare il file wp-xmlmigrate.php nella cartella “wp-content/plugins/” , il file wordpress.php nella cartella “wp-admin/import/” ed attivarlo dal menù del pannello di amministrazione.

Ovviamente dovrete installare il plugin su entrambi i blog, e con il recente aggiornamento effettuato da Aaron potrete esportare ed importare contenuti anche tra blog su cui avete installato versioni differenti di WordPress.

Comodo no?

Tutti i trucchi per personalizzare la bacheca del nostro WordPress

28 settembre, 2006

La bacheca WordPress (dashboard) è la prima pagina che visualizziamo quando effettuiamo l’ accesso al pannello di amministrazione del nostro blog ed è il luogo perfetto per avere un istantanea di tutto quello che sta succedendo nel nostro blog. Attraverso questa pagina possiamo visualizzare i link in entrata, i commenti in arrivo, gli inserimenti programmati ed altre informazioni utili.Sfortunatamente la bacheca che visualizziamo di default nella nostra piattaforma non è il massimo dell’ usabilità poiché la maggior parte dello spazio è occupato dal contenuto offerto dai feed relativi ad alcuni blog ( in lingua inglese) collegati a WordPress.

Non tutti sanno però che anche la bacheca può essere modificata e plasmata a nostro piacimento, l’ unica nota dolente è che bisogna avere qualche conoscenza di HTML, PHP e SQL per essere in grado di personalizzare il codice della bacheca senza incorrere in errori di programmazione che potrebbero mettere in pericolo il nostro blog.
Per fortuna ci sono venuti in aiuto i soliti geek che hanno immediatamente fornito alla comunità wordpress gli strumenti per effettuare queste modifiche in maniera veloce ed indolore.

Prima di tutto esistono degli hack, ossia delle bacheche già modificate e testate che possiamo tranquillamente sostituire a quella di default attraverso un programma FTP. Ne ho provate alcuni, e gli hack che mi hanno dato maggiori soddisfazioni sono quelli creati da Angusman Chakraborty e da Dan Hersam. Entrambi eliminano del tutto la sezione dei feed riorganizzando in modo più intelligente le altre informazioni disponibili (potete vedere gli screenshot sui blog degli sviluppatori), anche se io ho preferisco quella creata da Dan poichè offre un dato in più rispetto alle altre, ossia la lista dei post più commentati.

Se invece non volete proprio rinunciare ai feed delle notizie all’interno della vostra bacheca, esistono in rete degli articoli che spiegano molto bene come cambiare o aggiungere nuovi feed, sul wiki di WordPress Italy trovate un articolo che vi spiega come visualizzare le news del blog di WordPress Italia nella dashboard mentre su WebByBooth trovate una guida più dettagliata (ma in inglese). Su bgb.com trovate infine un ottimo articolo grazie al quale, mettendo mano al codice della bacheca, potrete trasformarla finanche in un aggregatore di podcast e di email!

Esistono ovviamente anche dei plugin che permettono di personalizzare la bacheca, personalmente non li ho provati ancora ma so che X-dashbpard effettua dignitosamente il suo compito, mentre ne esistono molti altri che personalizzano la bacheca con la recente tecnologia dei widget implementata anche nei blog ospitati su server wordpress.com.

Comunque, se qualcuno di voi ha provato un plugin che ci permette di modificare la bacheca o conosce qualche altro hack, è pregato di farsi vivo lasciando un commento.

Deselezionare in modo permanente la categoria predefinita

27 settembre, 2006

Una delle caratteristiche che veramente non sopporto ( una delle poche a dire la verità) di WordPress è quella che mi costringe a deselezionare la categoria predefinita ogni volta che devo pubblicare un articolo.

screenshot.jpg

WordPress costringe infatti gli utenti ad avere almeno una categoria di default per la pubblicazione degli articoli, questo non significa che questa categoria ( di solito chiamata Senza Categoria o Uncategorize) contenga tutti gli articolo del blog poichè al momento dell’assegnazione è possibile deselezionarla, ma per chi come me scrive anche una decina di post al giorno, quei pochi gesti di deselezione sono veramente snervanti.

Questa volta ci viene in aiuto il plugin deUncategorize, che una volta scaricato ed installato deselezionerà in modo automatico la categoria predefinita se anche solo una delle altre categorie è stata selezionata.

Ovviamente il plugin ha bisogno dell’uso di Javascript per funzionare quindi assicuratevi che siano attivati nel vostro browser.

Visualizzare una testata diversa ad ogni reload del vostro blog

27 settembre, 2006

Stanchi della testata (header) del vostro blog? Vorreste far visualizzare ai vostri visitatori delle testate degne del vostro nome ma siete degli instancabili pigroni e non volete mettere mano ai codici?E cosa ne direste invece di offrire al vostro pubblico una serie di testate diverse che vengano visualizzate in maniera casuale ad ogni reload della pagina?
Wordpress Random Header

WordPress Random Header è allora il plugin che stavate cercando in quanto non solo vi permetterà di gestire un numero infinito di testate, ma il tutto avverrà in maniera completamente automatica poichè ci penserà lui ad inserire il codice php di cui avete bisogno nella pagine del vostro blog.

Insomma, voi vi dovrete solo preoccupare di procurare gli header (almeno questo!!) e di salvarli nella sotto-cartella “images” del vostro tema di default.

Pubblicare post provenienti da fonti RSS

27 settembre, 2006

WP Autoblog è un plugin per WordPress che permette di pubblicare sul vostro blog dei post provenienti da fonti RSS, Atom o XML in modo completamente automatico.

Il plugin è stato ideato da Elliot Back e, come scrive lo stesso autore, è potenzialmente pericoloso in termini di copyright poiché come avrete capito non fa altro che convertire i feed di un blog in articoli per il vostro WordPress.

Ma se non avete problemi di copyright questo plugin può risultare molto utile per automatizzare le pubblicazioni sul vostro blog personale.

Alcune idee che mi vengono in mente per utilizzare il plugin sono:

1) Se avete più di un blog potete usare WP Autoblog per sincronizzare gli articoli su ognuno dei vostri blog, oppure potete impostare il plugin in modo che vengano pubblicate solo determinate categorie.

2) Potete iscrivervi ai feed delle categorie di alcuni aggregatori o social bookmarks come Digg.com, del.icio.us, technorati, OKnotizie, ed impostare il plugin in modo che ripubblichi le notizie di queste categorie sul vostro blog quando, per esempio, dovete partire e non volete lasciare il blog inutilizzato.

3)Potete creare il vostro aggregatore di notizie personalizzato.

4)Se collaborate con altre persone ad un progetto potete creare un blog che. grazie all’uso di questo plugin, aggiorni voi e i vostri collaboratori sulle notizie che più sono utili al progetto.

Avete qualche altra idea? Magari potrebbe uscirci qualcosa di buono..